Il Composites Europe conferma la crescita delle aziende del settore chimico-plastico

In Europa le aziende di materie plastiche si sono riprese.

E’ quello che ci dice il report del Composites Europe. I motivi principali di questo indice positivo sono da attribuire alle grandi proprietà dei materiali compositi, alle loro performance e ai nuovi impieghi che se ne stanno facendo.

Cosa succede nelle aziende di materie plastiche oggi?

Oggi nelle aziende di materie plastiche si sperimenta, si studia e si analizzano con impegno tutti i possibili nuovi campi di applicazione dei materiali compositi.

I principali settori che guidano l’ascesa delle materie plastiche sono:

  • L’ingegneria automobilistica
  • Il settore aerospaziale
  • Le costruzioni

La produzione di materie plastiche rinforzate con fibre di vetro (GFRP), che con una quota di mercato del 95% rappresentano ancora il più importante gruppo di materiali, è aumentata di nuovo del 2% nel 2017 rispetto al 2016.

Le caratteristiche vincenti dei compositi

Sono materiali moderni, dalle molteplici applicazioni, dai costi spesso non elevati.

  • Leggeri
  • Stabili
  • Resistenti alla corrosione
  • Necessitano di scarsa manutenzione

Grazie a queste proprietà, le prospettive dei compositi sono sempre più rosee per l’industria europea.

Chi guida il mercato?

La Germania costituisce il più grande mercato europeo dei compositi.

Cresce leggermente di più della media europea. Nel complesso, sono stati prodotti 1,12 milioni di tonnellate di GFRP, secondo i risultati dell’attuale rapporto sul mercato dei compositi del 2017 pubblicati dalla German Federation of Reinforced Plastics.

I compositi e l’intero settore associato a essi hanno enormi potenzialità, che in molti casi devono ancora essere pienamente sfruttate.

Una visione ottimistica riguarda anche le aziende di materie plastiche italiane

Ad esprimere un giudizio positivo sull’operato del comparto italiano di aziende di materie plastiche è anche Mario Ceribelli: country head di Covestro, azienda leader nella produzione e commercializzazione di polimeri high-tech.

Gli investimenti complessivi destinati all’Italia sono in crescita, anche grazie al lavoro che si sta facendo in Ricerca e Innovazione. Proprio in questa direzione si deve continuare se si desidera crescere e sperimentare nuovi utilizzi per le materie plastiche che porteranno benefici all’industria e all’ambiente.